Menu

Esposizione Stauroteca

Esposizione Stauroteca

"Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito."
(dal Salmo 30)

Venerdì Santo, 29 marzo 2013, nel celebrare la Passione e Morte di N.S. Gesù Cristo, verrà esposta, per il consueto bacio della Croce, la Stauroteca. Solo in alcune occasioni la croce reliquiario, donata alla Cattedrale dall'Imperatore Federico II di Svevia in occasione della Consacrazione del Duomo nel 1222, ritorna in Cattedrale.

Il 30 gennaio del 1222, durante la cerimonia di consacrazione della Cattedrale di Cosenza dopo il terremoto disastroso del 1184, alla presenza del vescovo Luca Campano e del Cardinale Niccolò Chiaromonte,  l’imperatore Federico II di Svevia donò alla Città Bruzia ed alla Diocesi di Cosenza la Stauroteca o Croce Bizantina, opera di insigne oreficeria medievale in stile ed iconografia normanno-bizantini di singolare valore artistico.

La croce-reliquiario consta di due facce: quella posteriore presenta il Cristo Crocifisso con la Vergine e S. Giovanni Battista rispettivamente a sinistra e a destra, in alto l’Arcangelo Michele e in basso un altare con i simboli della passione della celebrazione eucaristica e l'iscrizione "HC-TA" (la crocifissione); quella anteriore raffigura in alto, in basso, a destra e sinistra i quattro evangelisti seduti ed intenti a scrivere i propri Vangeli, al centro il Cristo Pantocratore assiso in trono e in basso è visibile un incavo cruciforme contenente un frammento della Croce di Gesù. Fa parte del “Tesoro della Cattedrale” conservato nel Museo Diocesano in piazza Parrasio. Viene utilizzata per il consueto bacio della Croce nel pomeriggio del Venerdì Santo in Cattedrale alla presenza dell’Arcivescovo.

 

 

 

 

 

back to top

 

Piazza Duomo, 1 - 87100 Cosenza (CS) Italia
Telefono: (+39) 0984 77864‎ - E-Mail: cattedraledicosenza@libero.it - Sito Web: www.cattedraledicosenza.it
Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati

 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione