Menu

La chiesetta del SS. Crocifisso dell'Arenella

La chiesetta del SS. Crocifisso dell'Arenella La chiesetta del SS. Crocifisso dell'Arenella

La chiesetta del SS. Crocifisso dell'Arena, sita in prossimità della sponda sinistra del Grati, fu più volte, in tempi antichi, inondata, ma mai travolta dalla violenza delle acque del fiume, che facilmente straripava prima che fossero costruiti gli attuali poderosi argini. Gli abitanti, specialmente dei quartieri dello Spirito Santo e dei Pignatari, soggetti in passato agli allagamenti del fiume, ebbero sempre verso un'antica immagine del SS. Crocifisso, dipinta a muro in questa chiesetta, una grande devozione e ogni anno vi si celebra una solenne festa in onore di detta sacra Immagine, molto sbiadita dall'umido, e con straordinario concorso di fedeli anche di altri quartieri della città. (Cfr. C. MENICUCCI, Cosenza sacra, p. 182).

L'Andreotti, riportando una relazione di Vincenzo Maria Greco sui danni prodotti dalla inondazione del Grati del 3 settembre 1729, così scrive di questa chiesetta: In mezzo a tanto inondamento, a tanta ira, a tal guasto, le onde orgogliose rispettavano la parete di una nicchia sita sul letto del fiume, ove un rozzo, ma antico pennello, aveva da tempi remotissimi dipinto un Crocifisso. Si solo la sacra effigie del Crocefisso dell'Arena era salva e lo è ancora. Lezione è questa che ci richiama a solenne contemplazioni e ci segna caratteri d'oro la verità della fede. (ANDREOTTI, Storia dei Cosentini, vol II, p. 465).

Oggi la chiesetta si presenta visibilmente al di sotto del piano stradale. Dei lavori di restauro apportati negli anni sessanta rimangono segni solo all'esterno con la facciata in piastrelline di colore blu. Già a partire da quei lavori effettuati non si ha notizia del dipinto del Crocifisso che caratterizzava la parete di altare della chiesetta. Tra il 2015 e il 2016, insieme al ripristino della copertura, è stato completamente rifatto l'interno della chiesa, deterioratesi negli anni. Sulla parete dell'altare si conserva una pietra che ricorda l'antico dipinto del Crocifisso, irrimediabilmente perduto, e che miracolosamente, secondo le cronache storielle, era stato preservato dall'inondazione del 3 settembre 1729.

Questa pietra al centro della parete, ora coperta da una pregiata icona della Crocifissione, testimonia, non solo l'antico dipinto che ha dato il nome alla chiesa, ma anche che il Crocifisso è la pietra angolare, scartata dai costruttori che è diventata testata d'angolo. Infatti Gesù Cristo, morto e risorto, è il fondamento della nuova costruzione spirituale che è la Chiesa. La chiesetta riaperta al culto custodisce e favorisce l'adorazione della croce, nutrimento della fede cristiana.

 

 

 

 

 

back to top

 

Piazza Duomo, 1 - 87100 Cosenza (CS) Italia
Telefono: (+39) 0984 77864‎ - E-Mail: cattedraledicosenza@libero.it - Sito Web: www.cattedraledicosenza.it
Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati

 

Il presente sito fa uso di cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione